á
á
>home page< >biografia< >gallery< >guestbook< >contatti<
á
Armando Romano
"Il percorso artistico di Armando Romano colpisce lo spettatore per lo stile
inconfondibile del suo linguaggio poetico e privo di machinazioni cerebrali, un
messaggio apparentemente incantato tutto espresso in quella stesura
cromatica, dove colori accesi e accattivanti si susseguono sulla tela.
Sovarpposizioni di pennellate ora appena tracciate, ora accostate l'una all'al
tra con vigore e con velocitÓ ritmica. Il segno della pittura vaga come un gioco
di riflessi incantati e disciolti nell'infinito, dove le cromie che emergono "brevi
e ripetute" si intrecciano per dare vita ad un tessuto che raccoglie oltre all'im
magine anche l'interioritÓ dell'artista. L'esito finale del quadro Ŕ quindi una
fusione tra reale ed irreale, le case, le rocce, anche un semplice muro vengono
assorbiti dalla vena poetica di Armando Romano. L'artista instaura con la tela
bianca un rapporto amichevole, concentra su di essa poesia e natura, e quan
do le due cose entrano in contatto non pu˛ far altro che trasportarle dalla
tavolozza alla tela con morbidi e sapienti tocchi di colore. I contorni delle cose si
dissolvono e l'insieme si fa omogeneo, i diversi elementi del paesaggio si fon
dono tra loro compenetrandosi. Le opere di Armando Romano sono di facile
lettura e come tali vanno lette. A questo punto non rimane altro che osservarle
con spirito libero per poi spiccare un salto in esse: in questi paesaggi infatti si
penetra volentieri, vien quasi fatto di sedersi un momento a riposare e goderse
ne la luce".

Paolo Rufo

...Vecchi valori sono stati frantumati e sepolti, valori nuovi a cui agganciare le
nostre povere e solitarie lotte non ne abbiamo creato. Qual'Ŕ allora il compito
dell'uomo d'arte? Tentare, attraverso quel poco che Ŕ rimasto di valido, di
riproporre le poche basi ancora utili e arricchirle con le strutture materiche ed
intellettuali di oggi e di domani. Il domani, dice il lavoro di Romano, non lo
conosciamo. Ma se ci guardiamo bene attorno, se ci guardiamo dentro, a
metÓ l'abbiamo risolto. Il pennello di Romano Ŕ poesia e nessuno pu˛ dire che
poesia non vuol dire domani... "

".../ paesaggi di Armando Romano sono caratterizzati da un colore vivo ma
contenuto nei termini di una poetica dimensione di lirismo, vogliono essere
testimonianza di un certo luogo e di una certa atmosfera. Essi sono mediati
attraverso l'esperienza figurativa, e in specie di quella zona che si situa fuori
dalle cosiddette avanguardie, ricca di una espressione derivata da un intimo
colloquio col paesaggio e da una personale ricerca interiore..."

Gerardo Gori

 

home page | biografia | gallery | guestbook | contatti

Sito Online di Euweb